FAQ for Italy in Italian

FAQ – Select country and language

Sarebbe una buona idea trovare un consulente per aiutarmi nei miei piani?

Sì. Esistono organizzazioni e gruppi che possono aiutarvi a iniziare la vostra attività. E’ sempre consigliabile assumere un commercialista per gestire i dettagli amministrativi e le tasse. Così vi potete concentrare sulla vostra attività.

Un buon punto di partenza è il progetto MEnt: https://www.mentproject.eu

Se volete iniziare una attività con rilevante importanza sociale, culturale e/o ambientale, potete iscrivervi a Make a Cube3 : https://makeacube.com

Trovate altre informazioni alla Camera di Commercio più vicina https://www.cameradicommercio.it

Quanto costa aprire una attività e mandarla avanti per i primi mesi?

Il costo iniziale dipende dal tipo di attività, dalle spese necessarie ad aprire il negozio, dai salari dei dipendenti (incluso il vostro) e dalle tasse.

Cosa succederà dell’”integration payment” (?) quando apro una attività?

In Italia i rifugiati ricevono solo una piccola somma (chiamata pocket money, da 45 a 75 euro al mese). Spesso viene data in parte (o completamente) sotto forma di vouchers per l’acquisto di cibo e servizi.

Non è previsto un pagamento di supporto per l’integrazione.

Quali sono le tasse da pagare su una attività?

E’ importante controllare col proprio commercialista, perché le regole cambiano spesso. Le tasse principali sono:

– IRPEF: tasse statali sui vostri guadagni personali. L’aliquota di tasse da pagare aumenta col salario, dal 23% fino al 43%.

– IRES: tasse statali sulle attività imprenditoriali (24%).
– IRAP: tasse regionali (3.9%).
– IRI: un imprenditore può scegliere di pagare per i 5 anni che seguono le proprie tasse sul salario con la stessa aliquota della sua attività (24%), confidando che si tratterà di una cifra minore della corrispondente aliquota IRPEF.
– IVA:  viene pagata sui servizi e i beni venduti/acquistati dalla vostra attività. L’aliquota normalmente è il 22% tranne per alcuni beni/servizi (4% o 10%).

Per altre informazioni:

Non è facile riassumere il sistema fiscale italiano in poche righe, queste sono solo delle brevi indicazioni sulle leggi fiscali del 2019.

Un riassunto più completo sulle tasse del 2018 è: https://www.pmi.it/impresa/contabilita-e-fisco/52519/irpef-scaglioni-e-aliquote.html
Se intendete aprire una attività, usando la “Partita IVA” con un sistema di tasse semplificato, potete scegliere di pagare una tassa fissa che in genere vi permette di pagare di meno. Vedi: https://www.informazionefiscale.it/partita-iva-2019-nuove-regole-novita

Quali tipi di attività si possono aprire in Italia e quali sono le loro differenze?

Potete aprire una Impresa individuale, una Società oppure una Startup tecnologica.

In una Impresa individuale voi siete la sola persona legalmente responsabile e rispondete con i vostri averi ai vostri obblighi legali. Potete assumere personale per la vostra attività.

Una Società ha più di una èersona responsabile (i soci). Esistono molti tipi di Società, a seconda del tipo di obblighi legali che scegliete.

Una Startup produce beni o servizi ad alto contenuto tecnologico.

Posso iniziare immediatamente?

Dipende. Alcune attività/professioni richiedono una licenza o una autorizzazione.

Ad esempio se volete iniziare una attività che si occupa di preparazione o distribuzione di cibi, dovete prima ottenere le autorizzazioni sanitarie necessarie, sia per i luoghi in i cibi vengono manipolati, sia per le persone coinvolte.

Di che tipo di aspetti burocratici devo essere informato?

Per ottenere informazioni dettagliate su come aprire una attività potete contattare l’ufficio SUAP più vicino (“Sportello Unico delle Attività Produttive”), offerto gratis dalla Camera di commercio.

Inoltre sul sito della Camera di commercio potete trovare il database che indica quali passi sono necessari per aprire attività di tipo diverso.

Ufficio SUAP http://www.impresainungiorno.gov.it/web/guest

https://www.rm.camcom.it/pagina191_guida-alle-attivit-economiche.html

Quali differenze culturali devo considerare?

Naturalmente dipende da quale paese venite.

Notate che esistono difefrenze culturali anche tra diverse regioni d’Italia.

Per confrontare le differenze culturali tra il vostro paese e l’Italia potete provare questo strumento

https://www.hofstede-insights.com/country-comparison/italy

Notate che non tutte le naziani sono presenti.

Come posso aumentare la reputazione della mia attività (da rifugiato)?

Ci sono molte strategie per farlo, a seconda del tipo di attività.

Nel framework dei Progetti Europei i rifugiati e migrati imprenditori possono aumentare la reputazione della propria attività prendendo parte agli eventi di organizzazioni come “Startups Without Borders”.

Il primo evento per i migranti imprenditori in Italia, chiamato “Orizzonti Startup”, si è tenuto il 28 marzo 2019 a Roma: https://www.unilink.it/orizzonti-startup

Dove pensi di ottenere le risorse finanziarie per aprire la tua attività?

Ci sono diversi modi di ottenere supporto finanziario. Ad esempio potete partecipare alle gare pubbliche per il finanziamento di Startup.

Ad esempio, la regione Lazio ha lanciato il programma “Startup Lazio!” http://www.regione.lazio.it/rl/generazioni/startup-lazio/

Inoltre potete chiedere aiuto/suggerimenti alla Grameen Italia Foundation, il primo centro in Italia dedicato allo studio dei programmi di microcredito. Vedi: https://www.grameenitalia.it

In quale zona è meglio aprire la mia attività?

Questo dipende dal tipo ed obiettivo della vostra attività, e dal tipo di clienti a cui volete rivolgervi.

Cos’è una attività mobile?

In una ttività mobile siete voi ad andare dai vostri clienti per portare beni o servizi (per esempio il recapito di cibi pronti, o i parrucchieri a casa, o i cuochi a casa)

Che tipo di attività di rifugiati esiste nella tua comunità locale?

E’ sempre bene tenersi informati su cosa accade nella propria comunità.

Potete ottenere queste informazioni direttamente dalla vostra rete di contatti, ed inoltre tramite i social media, e le comunità Internet dei migranti e rifugiati che iniziano una attività.

Https://mygrants.it è una comunità internet per rifugiati e migranti imprenditori.

Iscrivendovi potete tenervi informati sulle attività ed iniziative nella vostra area.

Quali organizzazioni locali possono aiutare gratis? Ad es. associazioni, ONG, uffici di consulenza ecc…?

Potete ottenere consigli e aiuto dalle associazioni che aiutano rifugiati e migranti della vostra nazione, e dagli uffici per il commercio.
Esistono molte associazioni per aiutare l’integrazione di rifugiati e migranti, talvolta dedicate a specifiche nazionalità.

Si veda il sito: http://www.integrazionemigranti.gov.it/Areetematiche/PaesiComunitari-e-associazioniMigranti/Pagine/mappatura-associazioni.aspx
La Camera di Commercio può fornirvi consigli pratici e legali:
https://www.cameradicommercio.it
https://www.cameraservizi.it/content/guide-e-dispense

O l’ufficio SUAP più vicino.

Quanto è importante conoscere il linguaggio locale?

E’ molto molto importante. Gli impiegati degli uffici ed i vostri clienti in genere parlano solo Italiano.

Ci sono varie possibilità di imparare l’Italiano.

Potete cercare su internet “corsi gratuiti di italiano per stranieri”.
Ad esempio nel Lazio: http://www.romamultietnica.it/news/corsi_di_lingua_italiana_per_stranieri.html

FAQ for Denmark
in English
FAQ for Greece
in English
FAQ for Italy
in English
FAQ for Lithuania in English
FAQ for Norway in English


FAQ for Denmark in Danish
FAQ for Greece in Greek
FAQ for Italy
in Italian
FAQ for Lithuania in Lithuanian
FAQ for Norway
in Norwegian